Ti sarà inviata una password per E-mail
  • Comunicazione
  • Autori Esordienti
  • Palermo

Premio Augusta 2018

Opere finaliste

Primo classificato

Peppe Millanta – Vinpeel degli orizzonti

Una comunità bizzarra vive in un tempo indefinito vicende surreali in un luogo cui si arriva ma da cui nessuno parte.

Un padre e un figlio, ciascuno immerso nella sua solitudine, hanno le chiavi per annullare la sospensione del tempo, il primo ascoltando il passato raccolto e custodito dalle conchiglie, il secondo osservando oltre l'orizzonte e cogliendo un altrove mentre in realtà anela al contatto perduto con il padre per poter ripartire.

Il mare è l'elemento naturale che divide, che unisce e che racconta la storia di un uomo solo e di tanti altri uomini soli e alla fine li riporta a casa. Ned Bundy, il padre, e Vinpeel, il figlio, alla fine si trovano, si toccano e si lasciano con la leggerezza di una mongolfiera improvvisata nel vento.

Il romanzo è un sogno o una sequenza di sogni, pieni di luce, a volte esilaranti, a volte tragici, intrisi di surreale poesia.

Antonella Cavallo - Presidente di Giuria
Peppe Millanta - Vinpeel degli orizzonti - Vincitore Premio Augusta 2018

Secondo classificato

Alessandro Lunardini – La città senza nome

Alessandro Lunardini - La citta senza nome

Terzo classificato

Michelle Grillo – Io sono qui

Michelle Grillo – Io sono qui